Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Dopo aver svolto l’attività di libraio dal 1995 al 2001, il nostro amico Marcello Sannino, decide di dedicarsi a tempo pieno all’attività cinematografica che frequentava da tempo occupando vari ruoli. Realizza alcuni documentari tra cui: Decroux e il mimo corporeo tratto dalla nostra esperienza “Viaggio alla radice”, attraverso il racconto degli assistenti/ allievi del maestro del mimo corporeo (2003); La Passione Suessana (2004) sulla ritualità del canto polifonico a tre voci durante la settimana della Passione; L’ultima Treves (2007) sulle vicende di una storica libreria napoletana sotto sfratto, un atto di resistenza, un ritratto del mestiere del libraio; Corde (2009), le scelte di vita del giovane pugile, Ciro Pariso, un’opera sulla crescita più che un film sulla boxe (con numerosi premi al suo attivo: Premio Speciale della Giuria al Torino Film Festival 2009; Premio Casa Rossa al Belluria Film Fest; Miglior regia al Salina Doc Fest). Sempre nel 2009 cura la fotografia di In Purgatorio di Giovanni Cioni. Nel 2010 partecipa al film collettivo Napoli 24, ventiquattro sguardi sulla città. Nel 2012 realizza il film Documentario, La seconda Natura. Una filosofia per il nuovo sud, raccontando dell’avvocato Marotta, uno dei protagonisti della vita culturale e filosofica italiana. In una Napoli un tempo capitale del pensiero, Marcello Sannino racconta di Gerardo Marotta che continua a lottare ogni giorno con perseveranza dalla sede dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici per un’altra idea di Meridione e d’Italia. Nel 2018, firma la regia di Porta Capuana a Napoli. La Porta, con le sue antiche pietre che traspirano storie del passato, testimone di un presente dove ancora quasi tutto appare possibile, mutabile, fluido. Porta Capuana è l’emblema della cosmopoli, il luogo di arrivo e di partenza. Un film sullo spaesamento, fisico, sociale, storico. Un villaggio globale, statico e contemporaneamente in movimento, come un unico organismo vivente.

Nell’anno più difficile degli ultimi tempi, Marcello Sannino dirige il pluripremiato Rosa Pietra Stella un film di genere drammatico del 2020, con Ivana Lotito e Ludovica Nasti. Uscito al cinema il 27 agosto 2020. Distribuito da PFA Films. Il film narra di una donna ribelle che si ritroverà clandestina in patria. È la storia di Carmela, una giovane donna bella e indomita, che vive a Portici con la madre e la figlia. Napoli, la vicina metropoli è il luogo dove Carmela cerca la vita. Mossa da uno spirito ribelle e dall’istinto di sopravvivenza segue le sue confuse ambizioni usando le poche armi che il destino le ha messo a disposizione. Tra i tanti piccoli lavoretti che cerca di svolgere ce n’è uno che a lei sembra un’occasione per svoltare: fare affari con gli immigrati per conto di un avvocato. A lei si affida anche Tarek, un quarantenne algerino che vive da molti anni a Napoli. Il fragile equilibrio della vita di Carmela crolla quando rischia di perdere la figlia portata via dai servizi sociali. Carmela, ormai clandestina in patria, farà di tutto per riconquistarla.

Torna in cima